Argomenti

Archivi

 

aprile: 2014
L M M G V S D
« mar    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930  

Contatore visite

  • 437691Totale letture:
  • 407316Totale visitatori:
  • 0Utenti attualmente in linea:
  • 1 gennaio 2000Il contatore parte dal:

Come si pulisce il nasino…

Tenere il naso del bambino sempre libero è la prima cosa da fare, specie se il bambino è piccolo. Pensate che un lattante non è in grado di respirare con la bocca e per succhiare ha bisogno di respirare almeno in parte dal naso. Dovrete perciò pulirglielo per permettergli di respirare mentre succhia. Anche prima di dormire la pulizia del naso diventa importante per riuscire a prendere sonno.

 

Quando la secrezione è abbondante e chiara, la cosa più intelligente da fare è irrigare con molta soluzione fisiologica il naso. Il suo effetto è puramente meccanico (il getto spinge fuori le secrezioni dalla narice e giù nella gola), liberando così il naso ed evitando che il loro accumulo, nell’orecchio o nei seni paranasali, possa dare le classiche complicanze (otiti e sinusiti). Questa operazione può essere ripetuta molte volte in una giornata.

La classicaClassicamente viene acquistata in farmacia sotto forma di fialette monodose .Ma al posto delle fialette già pronte, si possono acquistare  i flaconi da 250 o 500 ml di soluzione fisiologica (per intenderci, quelleche si usano nelle fleboclisi per reidratare i pazienti in ospedale), prelevando la soluzione con l’ausilio di una comune siringa e “spruzzandola” nel naso. L’ago rimarrà nel gommino che chiude come tappo il flacone.
 

Poiché la “soluzione fisiologica” o “salina” che dir si voglia non è altro che acqua e sale, per i lavaggi nasali la si può preparare con molta semplicità anche in casa. Basterà sciogliere due cucchiaini di sale da cucina in mezzo litro di acqua. Essendo una soluzione per lavaggi nasali non dovrà essere necessariamente sterile, ma se vi rassicura, potete far bollire l’acqua prima di utilizzarla, magari si scioglierà anche meglio il sale.

La tecnica di lavaggio , però è importante per la corretta pulizia del naso: non serve “appoggiare ” la siringa o la fialetta già pronta con la soluzione fisiologica all’imbocco della narici…rimarebbe tutto lì!!

Si deve  aspirare con una siringa senza ago 2/3 ml di soluzione. Al posto della siringa e della soluzione fisiologica,come detto , si possono usare le fialette in plastica spruzzabili, idonee per i neonati. A questo punto, prendi il neonato e mettilo disteso lateralmente sul fasciatoio. Se usi la siringa, inserisci l’ugello nella parte superiore della narice e spruzza la fisiologica indirizzando il getto verso l’orecchio.

Se usi la fialetta, si spreme energicamente dentro la narice. L’acqua dovrebbe in parte uscire dalla narice in cui hai spruzzato, in parte dall’altra narice. A questo punto, rimetti in posizione eretta il bebè e per completare la pulizia, si pulisce il naso con fazzolletto di carta o cotone.Alcuni consigliano l’aspirazione dei residui con delle pompette, ma a me sembrano poco igeniche. Ripetere l’intera procedura per l’altra narice.

 

Un ottimo schema riassuntivo correlato di foto della Regione Toscana per la tecnica del lavaggio nasale è reperibile cliccando:

Istruzioni_lavaggi_nasali